websights Soluzioni IAM per i servizi HR | TrustBuilder

Stai cercando inwebo.com? Siete nel posto giusto! Leggete tutto nel nostro post sul blog

Venite a trovarci di persona alle prossime fiere e conferenze del settore.

Guidare la trasformazione incentrata sui dipendenti nei servizi HR

I servizi HR sono sempre più digitalizzati. I tradizionali fornitori di servizi di payroll devono aggiungere altri servizi relativi alle risorse umane rivolti ai dipendenti. L'HRTech in generale e l'Identity and Access Management (IAM) in particolare, svolgono un ruolo chiave nel facilitare e accelerare questa rivoluzione copernicana.

Servizi HR.png

Modello di maturità digitale

Ogni azienda di servizi HR si sta digitalizzando, ma non tutte si muovono allo stesso ritmo. TrustBuilder ha sviluppato un modello di maturità digitale i cui diversi stadi riflettono la fase di digitalizzazione in cui si trova ogni azienda.

Sviluppatori digitali

Qualche anno fa, le società di servizi HR inviavano ancora le buste paga ai dipendenti per posta ordinaria. Negli ultimi 10 anni, questi processi sono stati digitalizzati e la maggior parte dei fornitori rende ora disponibili questi documenti formali attraverso un portale, accessibile via web o da un dispositivo mobile, insieme ad altre informazioni relative alle risorse umane per dipendenti e datori di lavoro.

Esperti di esperienza

Gli utenti finali dei servizi HR si aspettano dal loro portale HR lo stesso livello di comodità che hanno nei negozi web o nelle applicazioni bancarie. Ecco perché gli Experience Expert stanno investendo nella centralità del dipendente e nell'esperienza dell'utente. Consentiranno ai dipendenti di utilizzare l'identità che preferiscono per accedere ad applicazioni come le richieste di congedo, la rendicontazione delle ore... Una volta inseriti, i dipendenti potranno utilizzare il Single Sign-on per accedere alle diverse applicazioni. L'IAM proteggerà tutte le connessioni necessarie alle applicazioni di backend che contengono le informazioni richieste dall'utente.

Aziende collegate

Le aziende connesse non si limitano a offrire ai clienti l'accesso alle proprie applicazioni. Permettono a software di terze parti di interfacciarsi con le loro applicazioni, ad esempio sistemi di registrazione degli orari e software di gestione delle spese. Grazie a questa integrazione, consentono ad altre organizzazioni di aggiungere queste applicazioni al loro portafoglio di servizi. Gli utenti finali dell'organizzazione possono utilizzare le applicazioni solo dopo un'adeguata autenticazione.

Estensori dell'ecosistema

Aggiungendo servizi di terze parti alle proprie applicazioni e trasformandole in applicazioni HRTech, le società di servizi HR diventano uno sportello unico per i propri clienti. Proprio come le banche al dettaglio stanno costruendo ecosistemi digitali per soddisfare tutte le esigenze finanziarie dei loro consumatori, i fornitori di servizi HR possono posizionarsi come fonte unica quando si tratta di questioni legate alle risorse umane e a tutto ciò che è connesso all'equilibrio tra lavoro e vita privata. Essere uno sportello unico attirerà più clienti e ne aumenterà la fedeltà. Esempi di applicazioni integrate: servizi per buoni pasto, rimborsi spese, soluzioni di mobilità...

Monetizzare i maestri

Il modello finanziario delle aziende di servizi HR sta cambiando. La possibilità di ottenere un margine sui prodotti di terze parti offerti attraverso un ecosistema di servizi è una considerazione gradita a queste organizzazioni. I broker di servizi HR possono diventare rivenditori di applicazioni di terze parti, oppure raggrupparle insieme ad altri servizi e vendere il pacchetto a un prezzo maggiorato. L'applicazione di un modello as-a-service garantisce ai broker di servizi HR una fonte di reddito ricorrente.     

modello di crescita-5-stadi.png

Identificate i vostri blocchi stradali

In ogni fase della maturità digitale, si applicano altri livelli di sicurezza, devono essere soddisfatte ulteriori esigenze - anche quelle non risolte dallo IAM tradizionale - e diversi ostacoli possono impedire alle organizzazioni di passare al livello successivo. Il Maturity Assessment di TrustBuilder offre all'azienda una panoramica di questi fattori bloccanti e fornisce consigli sulle misure necessarie per raggiungere la fase successiva. Il Maturity Assessment è una buona base per un piano d'azione che comprende sia fasi aziendali che tecniche.

Servizi HR, guidati dai cambiamenti tecnici e sociali

Sebbene il settore dei servizi HR non sia stato tra i primi a subire la trasformazione digitale, negli ultimi anni ha fatto passi da gigante. Questi cambiamenti sono guidati sia da fattori tecnologici che sociali.

Aumentare l'esperienza del cliente

Tradizionalmente, il cliente dei servizi HR era il responsabile delle risorse umane delle organizzazioni. Oggi, il dipendente sta guadagnando un posto centrale. Questi utenti finali vogliono accedere a informazioni e documenti indipendentemente dal luogo, dall'ora o dal dispositivo e vogliono assumere il controllo della propria carriera. Ciò richiede alle aziende di servizi HR di adottare una strategia multicanale, aprendo i sistemi legacy alle applicazioni web e mobili.

Numero crescente di utenti

Le applicazioni HR non sono utilizzate solo dai responsabili delle risorse umane e dai dipendenti, ma anche da un numero crescente di soggetti esterni, ad esempio le società di contabilità con cui le aziende collaborano, le agenzie di reclutamento o i revisori esterni. Tutti questi utenti hanno bisogno di un accesso rapido e sicuro ai dati e alle risorse. Ciò richiede una combinazione di sicurezza assoluta e apertura a diverse opzioni di identificazione e autenticazione.

Protezione della privacy

Le applicazioni HRTech danno accesso ad alcune delle informazioni più riservate sulle persone: livello di stipendio, benefit accessori, dati personali... Va da sé che questi dati devono essere protetti in modo adeguato. Da qui la necessità di imporre una forte autenticazione dei clienti, ad esempio utilizzando l'autenticazione a più fattori (MFA). Il leader europeo dei servizi HR SD Worx utilizza TrustBuilder Mobile Authenticator per combinare una forte autenticazione dei clienti con la massima facilità d'uso.

Cambiare le opzioni di lavoro

Le aziende non lavorano più con dipendenti a tempo pieno, fedeli per tutta la loro carriera. Le organizzazioni moderne impiegano un'ampia gamma di collaboratori esterni, agenti freelance e personale part-time. Una persona può essere conosciuta da diversi sistemi HRTech indossando diversi cappelli: lavoratore autonomo, dipendente part-time,... Questa persona deve accedere alle proprie informazioni utilizzando diverse identità.

Diventare broker di servizi HR

Poiché i sistemi HRTech stanno diventando sempre più incentrati sui dipendenti, devono soddisfare le diverse esigenze di questi ultimi. Ad esempio, offrendo servizi di mobilità in combinazione con rimborsi spese quando una persona viaggia per conto dell'azienda. I cosiddetti piani di reddito flessibili (FIP) stanno guadagnando popolarità, in quanto consentono ai dipendenti di combinare i vari benefici collaterali. Le società di servizi HR non possono creare da sole tutte queste applicazioni. Si collegano invece in modo sicuro e senza soluzione di continuità con terze parti specializzate in aree specifiche.

Guida all'efficienza

La concorrenza si fa sempre più agguerrita nel mercato dei servizi HR e i modelli di guadagno tradizionali sono sotto pressione. HRTech deve essere più veloce della concorrenza e ridurre i costi interni. I sistemi costruiti appositamente in casa hanno dimostrato di richiedere una manutenzione costosa e di non avere la flessibilità del software as-a-service. Le aziende non costruiscono più il proprio stack di software, ma acquistano componenti standard da aziende specializzate, ad esempio i fornitori di IAM.

TrustBuilder alimenta la digitalizzazione nel settore dei servizi HR

In qualità di leader europeo nel settore IAM, TrustBuilder si trova in una posizione unica per aiutare gli intermediari dei servizi HR a passare da un semplice motore per le buste paga al punto focale dell'intelligenza e delle applicazioni di qualsiasi dipendente.

L'IAM è la chiave per la centralità dei dipendenti

Il lavoratore moderno assume una serie di ruoli diversi: dipendente part-time, fondatore di una piccola attività secondaria, consulente freelance, membro del consiglio di amministrazione di diverse aziende. I moderni sistemi HRTech non possono più basarsi su un unico numero di dipendente, poiché una persona può avere diversi numeri di dipendente in diverse aziende. Ora richiedono un altro tipo di identificatore. Ecco perché lo IAM è la chiave di volta per la centralità del dipendente.

Attributi derivati per la massima sicurezza

Per quanto riguarda i dati sensibili, come quelli relativi al personale, l'accesso non può essere consentito a chiunque. Esistono regole precise su chi è autorizzato a visualizzare o modificare i dati. L'autorizzazione tramite TrustBuilder funziona con il controllo degli accessi basato sugli attributi (ABAC), ma non solo: TrustBuilder lavora anche con attributi derivati, controllando fonti autorevoli come quelle governative per una maggiore sicurezza. In qualità di leader europeo nel settore IAM, TrustBuilder offre connessioni a una moltitudine di fonti e strumenti esterni grazie al supporto in-build per i fornitori di identità sociali come Trulius, itsme, iDIN, e-Herkenning, France Connect e molti altri.

Catalogo dei servizi per costruire rapidamente ecosistemi

Quando si costruiscono marketplace di servizi, le organizzazioni non possono preoccuparsi di creare da sole tutte le connessioni. La programmazione di API per collegare le applicazioni e la loro manutenzione richiedono tempo e denaro. Il Catalogo dei servizi di TrustBuilder offre una facile connettività agli Identity Provider (IdP) e a un'ampia gamma di applicazioni. I nostri clienti possono implementare nuovi IdP e applicazioni in modo rapido, affidabile e sicuro. Poiché il Catalogo dei Servizi viene fornito come servizio, gli aggiornamenti e le modifiche avvengono automaticamente.

TrustBuilder nasconde la complessità e la rigidità dei sistemi legacy

La maggior parte delle aziende che si occupano di servizi HR si affida tradizionalmente ad applicazioni IT legacy, spesso su mainframe che eccellono nel calcolo degli stipendi. TrustBuilder aiuta a sbloccare questi sistemi legacy nascondendo la complessità e creando la connessione tra i nuovi canali incentrati sui dipendenti e il livello applicativo che si trova sopra i sistemi legacy. Quando vengono aggiunti nuovi canali, TrustBuilder si occupa delle traduzioni tra i diversi sistemi. Inoltre, TrustBuilder può anche progettare i giusti flussi di lavoro per far collaborare in modo sicuro i diversi sistemi interni.

Il futuro in avanti

Le evoluzioni descritte sopra sono solo i punti di partenza per la futura transizione dei servizi HR. IAM continuerà a svolgere un ruolo chiave nel sostenere queste evoluzioni.

Verso una PSD2 per i servizi HR?

Le società di servizi finanziari sono state costrette ad aprire i propri dati ad altre società da normative come la PSD2. Ora che molti lavoratori non sono più dipendenti di una sola azienda, il libero scambio di dati tra diverse app HRTech potrebbe essere una buona idea. Ciò renderà ancora più importante poter contare su un solido sistema IAM in grado di gestire la sicurezza di questi scambi.

Servizi HR-Extended.png

Strumenti HR indipendenti dal datore di lavoro

Grazie alla stessa evoluzione, le future app HRTech si concentreranno più sul singolo lavoratore che sull'azienda o sulle aziende per cui lavora. In questo senso, si evolveranno fino a diventare l'app centrale che la popolazione lavorativa utilizzerà per gestire tutte le questioni legate al lavoro, proprio come l'app bancaria sta diventando il centro di gravità per tutto ciò che è finanziario. 

Le evoluzioni sopra descritte sono solo i punti di partenza per la futura transizione dei servizi HR. L'IAM continuerà a svolgere un ruolo chiave nel supportare queste evoluzioni.