websights I punti chiave della cybersicurezza in occasione dei grandi eventi

Stai cercando inwebo.com? Siete nel posto giusto! Leggete tutto nel nostro post sul blog

Venite a trovarci di persona alle prossime fiere e conferenze del settore.

I punti chiave della cybersicurezza in occasione dei grandi eventi

Il mese di marzo ha riunito leader ed esperti del settore in occasione dei principali eventi sulla cybersecurity in tutta Europa, tra cui l'apprezzato Gartner IAM Summit, l'IT & Cybersecurity Meetings e il Forum InCyber. Questi incontri sono serviti come piattaforme preziose per ottenere approfondimenti e indicazioni per migliorare la postura della cybersecurity, promuovendo al contempo la trasformazione digitale e il valore aziendale.

Con la partecipazione attiva di TrustBuilder a questi eventi influenti, siamo entusiasti di condividere con voi gli indispensabili Key Takeaway sulla cybersecurity, essenziali per navigare nel complesso panorama della cybersecurity di oggi e sbloccare il successo aziendale. Approfondiamo queste intuizioni chiave ed esploriamo le strategie di cybersecurity consigliate dai leader del settore.

I 5 principali risultati della cybersecurity per il 2024-2025

1. Affrontare il tallone d'Achille del rischio di acquisizione del conto corrente

La sottrazione di account (ATO) continua a rappresentare una minaccia significativa per le organizzazioni di ogni dimensione e settore. Nel mondo interconnesso di oggi, i metodi di autenticazione convenzionali non sono più adeguati. L'integrazione delle funzionalità di autenticazione attiva con segnali passivi di valutazione del rischio, come il riconoscimento dei dispositivi, l'analisi comportamentale e il tracciamento della geolocalizzazione, fornisce una solida difesa contro i tentativi di accesso non autorizzato.

Inoltre, l'utilizzo di funzionalità di threat intelligence consente alle organizzazioni di essere all'avanguardia rispetto agli attori malintenzionati, identificando e interrompendo le attività di phishing. Evidenziando tempestivamente le credenziali compromesse, le organizzazioni possono adottare misure proattive per salvaguardare i propri sistemi e dati.

È altrettanto fondamentale rafforzare il processo di recupero degli account, poiché questo aspetto spesso trascurato può rappresentare un punto di ingresso vulnerabile per i criminali informatici. Il rafforzamento dei processi di autenticazione e verifica garantisce che solo le persone autorizzate possano accedere nuovamente ai loro account, riducendo al minimo il rischio di accesso non autorizzato.

Per mitigare efficacemente questo rischio

  • Aumentare l'autenticazione attiva: Combinare i metodi di autenticazione attiva con segnali passivi di valutazione del rischio come l'analisi del dispositivo, del comportamento e della posizione.
  • Sfruttare le informazioni sulle minacce: Rimanete davanti agli aggressori utilizzando le funzionalità di threat intelligence per interrompere le attività di phishing e rilevare le credenziali compromesse.
  • Rafforzare il recupero degli account: Rafforzare i processi di recupero degli account con solidi metodi di autenticazione e verifica per ridurre al minimo le vulnerabilità.

2. Garantire il futuro degli sforzi di CIAM

Customer Identity and Access Management (CIAM) sta vivendo una rapida trasformazione, guidata dalle mutate aspettative dei consumatori, dai requisiti normativi, ma anche da un significativo spostamento verso modelli B2B (o B2B2X) che coinvolgono partner e contraenti.

Per rimanere competitive e resilienti, le organizzazioni devono concentrarsi sulla creazione di iniziative CIAM che siano pronte per il futuro. Ciò significa privilegiare l'esperienza dell'utente senza sacrificare la sicurezza. L'enfasi sulla sicurezza incentrata sull'UX consente alle organizzazioni di integrare i protocolli di sicurezza nel percorso dell'utente, migliorando così i tassi di adozione e l'usabilità complessiva.

L'adozione di soluzioni CIAM basate su standard è un passo fondamentale per garantire il futuro della gestione delle identità. Allineandosi agli standard del settore, le aziende possono ottenere interoperabilità, semplificare l'integrazione e creare una base scalabile e orientata alla crescita.

Inoltre, la scelta di una soluzione CIAM che sia personalizzabile è fondamentale. Tale flessibilità consente alle aziende di adattare i processi alle esigenze specifiche, snellendo le attività amministrative e aumentando l'efficienza.

Per rendere le iniziative di CIAM a prova di futuro

  • Dare priorità alla sicurezza incentrata sulla UX: Assicurarsi che le misure di sicurezza siano perfettamente integrate nel percorso dell'utente per migliorare i tassi di adozione e l'usabilità.
  • Adottare soluzioni basate su standard: Adottare soluzioni CIAM che aderiscono agli standard del settore per garantire l'interoperabilità e semplificare gli sforzi di integrazione.
  • Implementate soluzioni CIAM su misura: Scegliete una soluzione CIAM che offra flussi di lavoro personalizzabili e che implementi un approccio al controllo degli accessi basato su criteri.

3. Modernizzare la verifica dell'identità digitale

Si assiste a un rinnovato interesse per i metodi di verifica dell'identità digitale, che indica una crescente attenzione al modo in cui le organizzazioni autenticano e convalidano le identità degli utenti. I metodi tradizionali stanno lasciando il posto ad approcci più sofisticati che offrono maggiore sicurezza e convenienza.

Inoltre, il concetto di servizi one-shot, abilitati dalla verifica dei documenti, rivoluziona le interazioni con gli utenti eliminando la necessità di creare un account per transazioni o interazioni occasionali. Questo approccio semplifica l'esperienza dell'utente mantenendo alti livelli di sicurezza grazie ai processi di verifica dell'identità. Gli utenti possono usufruire di servizi una tantum con fiducia, sapendo che la loro identità è verificata e protetta.

L'integrazione con fornitori di identità, come ad esempio FranceConnect per il mercato francese, Itsme per il Belgio o SPID per il mercato italiano, arricchisce ulteriormente il panorama dell'identità digitale, offrendo agli utenti una gamma di soluzioni di autenticazione sicure e convenienti su diverse piattaforme e servizi. Garantire l'interoperabilità con questi fornitori è essenziale per creare un'esperienza utente senza soluzione di continuità e assicurare un'adozione diffusa.

Per abbracciare la rinascita dell'identità digitale

  • Incorporare la verifica dei documenti: Verificare i documenti d'identità durante l'onboarding per stabilire la fiducia con i clienti o abilitare servizi one-shot per le transazioni occasionali, garantendo un'elevata sicurezza attraverso la prova dell'identità.
  • Integrazione con i fornitori di identità: Integrazione perfetta con identity provider come FranceConnect e Itsme per offrire opzioni di autenticazione comode e sicure.
  • Garantire l'interoperabilità: Scegliere soluzioni che supportino l'orchestrazione con vari fornitori di identità per creare un ecosistema di identità digitale coeso.

4. Abbracciare un SaaS resistente al phishing MFA

L'autenticazione multifattoriale (MFA) rimane una pietra miliare delle difese di cybersecurity, ma i metodi tradizionali sono messi a dura prova da attacchi sempre più sofisticati, come l'exploit Tycoon 2FA. Le organizzazioni devono adottare soluzioni innovative di MFA per essere all'avanguardia e proteggersi dalle minacce emergenti.

L'aumento del phishing-as-a-service (PhaaS) rappresenta un rischio significativo per le organizzazioni, evidenziando la necessità di soluzioni MFA robuste in grado di contrastare efficacemente questi attacchi. Le soluzioni "Deviceless MFA" basate sul browser offrono un'alternativa promettente, verificando la legittimità dell'URL di autenticazione per contrastare efficacemente i tentativi di phishing.

Superando i token hardware ed esplorando nuovi metodi di autenticazione resistenti al phishing, le organizzazioni possono rafforzare la loro posizione di sicurezza e garantire l'integrità dei loro asset digitali, rimanendo al contempo convenienti per gli utenti senza i vincoli di hardware token.

Per abbracciare soluzioni innovative MFA

  • Esplorare il sito MFA basato sul browser: considerare le soluzioni "Deviceless MFA" basate sul browser che verificano la legittimità degli URL per combattere efficacemente i tentativi di phishing.
  • Rimanere vigili contro PhaaS: Rimanere vigili contro le minacce emergenti come il phishing-as-a-service (PhaaS) e assicurarsi che le soluzioni Non-Phishable MFA siano in atto per mitigare i rischi.
  • Evoluzione continua dei metodi di autenticazione: Andare oltre i tradizionali token hardware ed esplorare nuovi metodi di autenticazione per adattarsi all'evoluzione delle minacce alla sicurezza informatica.

5. Implementazione di politiche di accesso a Zero Trust che siano facili da usare ed efficaci

La creazione di politiche di accesso a Zero Trust che siano realmente accettate dagli utenti è essenziale per un'implementazione efficace. Dando priorità all'usabilità e alla sicurezza, le organizzazioni possono promuovere una cultura di conformità e di igiene informatica tra gli utenti.

Zero Trust I criteri di accesso semplificano i processi di autenticazione e riducono l'attrito per gli utenti, migliorando la produttività complessiva e l'esperienza degli utenti. Inoltre, l'integrazione di Federated Identity Management facilita la collaborazione con i partner esterni, pur mantenendo standard di sicurezza rigorosi.

L'ascesa del multi-cloud ha reso OpenID Connect uno strumento essenziale, che consente agli utenti di accedere a diversi ambienti tramite Single Sign-On. Strategie avanzate di gestione delle sessioni, come il Profilo di valutazione dell'accesso continuo, facilitano la condivisione degli eventi di sicurezza, attenuano le violazioni e rafforzano efficacemente le politiche.

Per distribuire con successo i criteri di accesso UX-Friendly Zero Trust

  • Privilegiare una progettazione incentrata sull'utente: Progettare le politiche di accesso con un'attenzione particolare all'usabilità, garantendo un'esperienza senza attriti per gli utenti, pur mantenendo misure di sicurezza rigorose.
  • Integrare la gestione federata dell'identità: Stabilire relazioni di fiducia con entità esterne e sfruttare le soluzioni esistenti di autenticazione a più fattori (MFA) per migliorare la sicurezza informatica secondo i principi di Zero Trust .
  • Implementare l'OIDC e l'autenticazione basata sulla sessione: Sfruttare il Single Sign On, l'autenticazione adattiva e migliorare i criteri di sicurezza in base alle risorse a cui si accede.

Questi Key Takeaway della cybersecurity, tratti dagli eventi di marzo, evidenziano la necessità critica di azioni proattive, innovazione e lavoro di squadra per proteggersi dalle minacce in continua evoluzione. TrustBuilder si impegna a fornire alle organizzazioni soluzioni di cybersecurity all'avanguardia che affrontino le loro sfide specifiche e consentano loro di navigare con fiducia nel complesso panorama della cybersecurity.